Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (ACNUR)

Obiettivo

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (ACNUR) garantisce protezione e assistenza ai rifugiati nel mondo intero. Fondandosi sulla Convenzione di Ginevra del 1951, l’ACNUR s’impegna sul piano internazionale affinché le persone a rischio di persecuzione ottengano asilo in altri Paesi.

Attività

Conformemente al proprio mandato si adopera inoltre a trovare soluzioni durevoli per i problemi dei rifugiati. Queste soluzioni comprendono il ritorno volontario, l’integrazione nel Paese d’accoglienza o il reinsediamento in uno Stato terzo. In numerosi Paesi l’organizzazione gestisce programmi di aiuto umanitario destinati ai rifugiati, agli sfollati interni e ai rimpatriati.

Impegno della Svizzera a favore dell’ACNUR

L’ACNUR rappresenta un interlocutore imprescindibile per tutte le questioni inerenti alla protezione dei rifugiati.

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) collabora con l’ACNUR negli ambiti seguenti:

  • partecipazione alle riunioni del Comitato permanente e del Comitato esecutivo nonché al Dialogo del commissario
  • partecipazione in qualità di Stato osservatore al Gruppo di lavoro sul reinsediamento
  • contatti regolari con l’Ufficio di collegamento dell’ACNUR per la Svizzera e il Liechtenstein per le questioni rilevanti della politica svizzera in materia di asilo e rifugiati
  • sostegno finanziario e partecipazione ai progetti dell’ACNUR
  • finanziamento del Premio Nansen per i rifugiati assegnato dall’ACNUR

Ultima modifica 25.07.2016

Inizio pagina