Impronte digitali e profili del DNA: ottenere in tempi più rapidi le informazioni delle polizie estere

Il rapido confronto di profili del DNA e di impronte digitali è di essenziale importanza per procedere nelle indagini di polizia e stabilire correlazioni tra casi diversi, in Svizzera e all’estero.

Oggi, per ottenere informazioni relative a impronte digitali, profili del DNA e dati sui veicoli, le autorità di polizia svizzere sono obbligate a consultare ciascun Paese singolarmente, senza sapere se uno di loro è in possesso di informazioni rilevanti e senza la garanzia di ricevere una risposta.

Un accordo di cooperazione (Accordo «Prüm») permette di aumentare l’efficacia dello scambio di informazioni. In che modo? Collegando i sistemi d’informazione svizzeri con quelli degli altri Paesi europei.

I sistemi interessati sono:

  • il sistema d’informazione sulle impronte digitali;
  • il sistema d’informazione sui profili del DNA;
  • il sistema d’informazione sui dati di immatricolazione dei veicoli.

Tale collegamento permetterà a fedpol di accertare tempestivamente quali Paesi sono in possesso di informazioni rilevanti.

In caso di riscontro positivo, fedpol potrà contattare direttamente le autorità interessate tramite assistenza amministrativa o giudiziaria. In tal modo potrà ottenere tutti i dettagli necessari, in particolare i dati personali.

La cooperazione Prüm consentirà dunque di localizzare e identificare più rapidamente:

  • autori di reato o testimoni;
  • persone ricercate su scala internazionale;
  • persone scomparse o decedute.

L’ottenimento in tempi più rapidi delle informazioni delle polizie estere permetterà di aumentare l’efficacia delle indagini e della cooperazione internazionale di polizia.

Analogamente alla cooperazione Prüm, è stato siglato con gli USA l’Accordo PCSC («Cooperation in Preventing and Combating Serious Crime») il quale mira ad aumentare l’efficacia della cooperazione di polizia tra la Svizzera e gli USA introducendo uno scambio automatizzato delle impronte digitali e dei profili del DNA.

Accesso delle autorità di perseguimento penale a Eurodac

Lo scambio automatizzato di dati sulle impronte digitali e sul DNA (cooperazione Prüm) è il presupposto essenziale affinché le autorità di perseguimento penale possano accedere alla banca dati Eurodac.

Eurodac è il sistema d’informazione europeo contenente le impronte digitali di cittadini di Stati terzi che presentano una domanda d’asilo in Europa o che sono arrestati mentre cercano di entrarvi illegalmente.

L’accesso delle autorità di perseguimento penale a Eurodac sarà limitato alla prevenzione e all’accertamento di reati terroristici e altri reati penali gravi nonché alle indagini in tale ambito.

Il 13 dicembre 2019, il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione concernente l’approvazione e la trasposizione dei tre accordi di cooperazione internazionale. La consultazione terminerà il 31 marzo 2020. 

Ultima modifica 09.06.2020

Inizio pagina

https://www.esbk.admin.ch/content/fedpol/it/home/polizei-zusammenarbeit/informationsaustausch/fingerabdruecke-und-dna-profil.html